Scuola Civica Musicale Menfi » Prof. Accursio Cortese

Prof. Accursio Cortese


Nato a Castelvetrano il 13/06/1980 all’età di cinque anni inizia lo studio della musica e dell’organo con ilnonno M° Domenico Imbornone, già direttore della banda G.Verdi di Sciacca. Successivamente con Michele Bruno studia tastiera, fisarmonica, musica elettronica e fushion. Ha studiato presso il conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo conseguendo il diploma in pianoforte con il M° Onorato Buogo e la laurea di I e di II livello in composizione con 110 e lode e menzione di merito con il M° Marco Betta. Si è specializzato in composizione di musiche per film con il premio oscar Luis Bacalov e nell’opera con Giorgio Battistelli, entrambi presso l’ACCADEMIA MUSICALE CHIGIANA DI SIENA. Attualmente sta frequentando il prestigioso corso triennale di alto perfezionamento in composizione presso l’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA di Roma con il M° Ivan Fedele.

Ha studiato direzione d’orchestra con il maestro Carmelo Caruso. Una fetta importante occupa la formazione jazzistica con i seminari internazionali di musica di Siena, tenuti alla fortezza medicea, attraverso i quali ha studiato: composizione e orchestrazione jazz con Giancarlo Schiaffini e Bruno Tommaso; arrangiamento per big band con Giancarlo Gazzani ed analisi delle forme jazz con Stefano Zenni.

Ha seguito i corsi di teoria e morfologia musicale e di storia della musica presso l’Università degli studi di Palermo con i professori: D. Oliveri e P. E. Carapezza. Presso Roccella jazz (Roccella jonica) ha frequentato i seminari di: composizione jazz con il m° Stefano Bollani e il laboratorio di cinema e jazz con Salvatore Bonafede, e i registi Cipri’ e Maresco; di pianoforte e improvvisazione jazz con Danilo Rea, con Dado Moroni presso l’accademia musicale siciliana “E. Randisi” di piazza Armerina e con David Kikoski presso la scuola di musica palermo jazz. Attivo in diversi ambiti della composizione, il suo catalogo infatti spazia dalla musica sinfonica, cameristica a quella sacra, lirica e per il cinema. Nel suo linguaggio musicale trovano una pacifica convivenza, stili e tradizioni di variegata provenienza in una sorta di globalizzazione timbrica, melodica,armonica e ritmica.

Tra i lavori più importanti figurano: L’ora del dinner, (2012) un opera/azione in tre attimi per soprano baritono voce recitante ed ensemble prima esecuzione assoluta, 31 luglio teatro dei rozzi di Siena per la regia di Antoine Gindt Concerto per pianoforte ed orchestra(2011) lu casu (2008) balletto sinfonico in II atti per orchestra e quattro voci prima esecuzione assoluta sala Scarlatti conservatorio V.Bellini di Palermo; Risveglio sulle gole dell’Alcantara (2007) per violino viola ed orchestra d’archi su commissione dell’orchestra “gli Armonici”prima esecuzione assoluta presso l’auditorium della Rai; Vox organalis (2009) per organo, prima esecuzione assoluta cattedrale di Palermo; Diaspore (2011)per pianoforte , prima esecuzione assoluta San Pietroburgo; S’è desta(2011) per sestetto di ottoni, prima esecuzione assoluta Palermo “invito a palazzo” – A.B.I. -; Via Lucis (2010) oratorio per soli coro, ottoni orchestra e voce recitante su commissione della parrocchia di S. Michele Arcangelo di Sciacca; prima esecuzione assoluta omonima chiesa Sicilia my love musical in II atti (2007) su commissione del teatro stabile l’idea di sambuca di Sicilia, prima esecuzione assoluta omonimo teatro. Ha composto diversi lavori sacri come:“Ave Maria” (1995) per coro femminile, pianoforte e orchestra d’archi; “Super flumina Babylonis” (2008) per 16 voci a cappella; Stabat Mater, per soprano,tenore, coro e orchestra; Pater Noster per coro maschile e 9 strumenti; ecc. Per il cinema ha da poco ultimato la colonna sonora del film “preghiera” per la regia di Giovanni Volpe. E’ attualmente organista nella chiesa di S. Giuseppe in Sciacca. Direttore artistico di Sciacca Jazz dal 2005 al 2008. Ha diretto dal 2005 al 2011 il Coro Polifonico delle Terme di Sciacca e l’orchestra da camera V. Bellini di Palermo, svolgendo un’intensa attività concertistica in produzioni importanti come: il Requiem di Mozart, Gloria di Vivaldi e il Messiah di Händel. Nell’agosto 2009 ha pubblicato un cd in trio dal titolo “ambetre” (piano, bass e drum) dove sono stati riletti in chiave jazz le più significative melodie appartenenti alla nostra terra. Nel febbraio del 2010 ha pubblicato il saggio “Musica & Letteratura, due facce di una stessa anima…?”.